Come creare un White Paper perfetto [9 regole]

creare white paperMettiamo subito un paio di cose in chiaro: il “white paper” non è un testo fine a sé stesso, ma assomiglia di più a un report dettagliato su un argomento rivolto ad uno specifico pubblico. Il white paper è più lungo di un normale blog post, può anche superare le dieci pagine.

Non è stato pensato per una lettura casuale: è in genere scritto da esperti e supportato da ricerche, dati, statistiche, illustrazioni, grafici e riferimenti. Insomma, scrivere un white paper non è così semplice e può richiedere diversi mesi di lavoro.

 

Il contenuto più influente sulle decisioni di acquisto

Sapevi che il white paper è stato il contenuto più usato per prendere decisioni d’acquisto negli ultimi 12 mesi? Inoltre nella classifica del 2015 i white paper, gli e-books e i webinar sono stati i primi tre media più apprezzati. Gli acquirenti sono molto propensi a condividere i white paper che apprezzano con i loro colleghi.

 

Perché scrivere un white paper?

Scrivere un white paper può darti diversi vantaggi:

  • Aiuta l’azienda a generare un aumento delle vendite e a guadagnare più credibilità e fiducia, visto che il suo scopo principale è quello di fornire soluzioni ai problemi dei lettori. I lettori tendono a rispondere meglio alle informazioni realmente utili, piuttosto che alla pubblicità.
  • Ispira curiosità per le tue offerte nei tuoi clienti senza menzionare direttamente i tuoi prodotti e servizi.
  • Se il tuo white paper diventa virale sarà letto da dirigenti di grandi aziende che possono garantire per te. Questa conferirà alla tua azienda più credibilità.

Le persone sono sempre alla ricerca di contenuti utili sul web. È il contenuto, in termini di qualità professionale, che ti aiuterà a coinvolgere i tuoi lettori senza sopraffare.

 

In pratica, se i lettori rimangono concentrati sui contenuti, l’azienda potrà ottenere degli ottimi risultati.

 

Il white paper coinvolge i lettori affrontando i loro problemi e poi fornendo loro una risposta. Non dare subito la soluzione perché, così facendo, i tuoi lettori perderanno interesse: devi quindi dare la priorità all’interesse dei lettori. In questo modo saranno invogliati ad agire e comprare il tuo prodotto sarà la soluzione naturale.

 

1. Considera la tua strategia di content marketing globale

Quando crei un white paper devi fare in modo che il risultato finale sia in sintonia con la tua strategia di content marketing.
I white paper sono scritti avendo determinati obiettivi in ​​mente e hanno lo scopo di aiutarti a diventare un’autorità nel tuo campo. Al tempo stesso dovrebbero anche fornire soluzioni ai problemi del tuo target di riferimento.

Sarà più facile per te far fruttare un white paper se il suo contenuto soddisfa le esigenze dei tuoi lettori in un momento particolare del ciclo di acquisto. Inoltre, la pubblicazione regolare di white paper che si concentrano su una particolare area può aiutarti a raggiungere più visibilità sui motori di ricerca.

 

2. Nessun compromesso sulla sua promozione

La creazione può portarti via un po’ di tempo, motivo per cui molte aziende potrebbero essere tentate a pubblicarli non appena sono pronti senza promuoverli adeguatamente. Questo è un errore enorme. È importante investire tempo e risorse nella promozione di un white paper.

Nel promuovere il tuo white paper puoi suddividere i contenuti in piccole tranche così che i tuoi lettori facciano meno fatica a leggere.
In questo modo attirerai più traffico sul tuo blog. Metti in azione il tuo team di marketing digitale o collabora con agenzie esterne per utilizzare le piattaforme promozionali disponibili, come i social media, e-mail, newsletter, search engine marketing per parlare del tuo white paper.

 

3. Mantieni Qualità e Professionalità

Un white paper dovrebbe essere scritto da esperti in modo da inquadrare il problema con un tono al tempo stesso informale e rigoroso.
Ti conviene attenerti a pratiche di scrittura professionali e descrittive sull’argomento che stai affrontando. Il fatto che un white paper sia per sua natura descrittivo lo rende un documento lungo.

Adobe ha pubblicato un documento di 15 pagine indirizzato a professionisti alla ricerca di esperti e di informazioni dettagliate sulla sicurezza dei documenti. Il loro white paper, intitolato “Global Insights on Document Security”, è tutto quello che un professionista deve conoscere sulle pratiche di sicurezza dei documenti e dei file del suo business.

 

4. Scegli un argomento interessante e un buon titolo

Uno dei maggiori fattori in grado di attrarre (o respingere) i lettori verso il tuo white paper è l’argomento o il titolo.

ESEMPIO DI WHITE PAPER: quelli di Pardot sono esemplari in questo campo. I suoi argomenti e titoli sono abbastanza concisi ed esplicativi da dire ai lettori che cosa possono aspettarsi dalla lettura. Ad esempio, il titolo “The Marketing Automation Success Kit” esprime chiaramente che il white paper conterrà tutto ciò che c’è da sapere sul marketing di automazione e che non farà riferimento a qualsiasi altro tema.

Inoltre pensa a ciò che la gente vuole leggere, piuttosto che a ciò che tu vorresti farle leggere. Trova un argomento che i tuoi lettori possano interpretare come una sfida. È fondamentale capire chi è il tuo target di riferimento e scegliere quindi un problema che possa essere di suo interesse.

 

5. Valore dell’offerta

Un buon white paper è una raccolta di fatti per fornire soluzioni ai problemi del tuo pubblico piuttosto che un mezzo per fare pubblicità .
Puoi usare un white paper per posizionarti come un esperto nel tuo settore che offre soluzioni per i suoi lettori.

È quindi importante che il tuo white paper permetta di instaurare un buon rapporto con il tuo pubblico: fornisci informazioni e suggerimenti utili.
Richiama l’attenzione sul valore dei contenuti che hai creato, invoglia i tuoi lettori ad acquistare da te in futuro.

Hootsuite fa un grande lavoro per fornire soluzioni di valore per gli imprenditori alle prese con la gestione di un’impresa sociale, attraverso il documento intitolato “8 Tips for Social Businesses”.
È composto da sette pagine e comprende anche una pagina conclusiva dove descrive l’azienda e parla dei suoi migliori clienti.

 

6. Organizza bene i contenuti

Con un white paper di dieci pagine è facile perdere il filo logico del discorso.
Devi avere un quadro chiaro degli argomenti che vuoi trattate nel tuo post fin dall’inizio in modo che diventi facile scrivere.

Sii coerente, così ti sarà più facile mantenere il filo del discorso. L’idea è quella di attirare l’attenzione dei lettori, fornire valori in linea con i tuoi obiettivi e spingerli ad agire.

ESEMPIO DI WHITE PAPER: “Three Types of Thought Leadership” di LinkedIn è un grande esempio che mostra la sua efficacia prestando attenzione alla coerenza nel suo tema artistico: sulla copertina vengono raffigurate delle lampadine, elementi che ricorreranno per tutto il white paper. In questo modo il materiale presentato risulterà coerente e ben organizzato.

Uno dei modi migliori per ottenere l’attenzione dei lettori fin dall’inizio è creare una buona introduzione.
Dii loro che cosa possono aspettarsi leggendo il tuo white paper con l’aiuto di una sintesi e l’elenco degli argomenti trattati.

 

7. Scrivere, modificare, correggere

Per realizzare un buon documento:

  • metti i tuoi pensieri nero su bianco quando sono ancora freschi nella tua mente
  • scrivi tutto di getto e poi fai le modifiche al termine della stesura
  • rileggi e modifica finché non sarà perfetto

Durante questa fase chiedi ad altre persone leggere il tuo white paper, di darti un feedback e di mettere in evidenza gli errori che ti sono sfuggiti. Se ne hai la possibilità leggi ad alta voce per verificare che non ci siano ridondanze, ripetizioni o frasi scomode.

 

8. Di’ al tuo pubblico come lo puoi aiutare

Ricorda ai tuoi lettori, nell’incipit del tuo post, come il tuo white paper li aiuterà e ribadiscilo anche nella chiusura.
Questo non significa che devi tentare di vendere prodotti o servizi in ogni pagina del documento.

 

9. Monitora i tuoi risultati

Per capire come stanno andando le cose prova a chiederti:

  • Stai ottenendo i risultati desiderati?
  • È abbastanza pubblicizzato sui social network?
  • Come fai a misurare i risultati del tuo white paper?

Una buona notizia è che diverse piattaforme di marketing di contenuti ,come ClearVoice, Contently e crowdsourcing, ti permettono di misurare fattori come azioni sociali, contatti e così via.
Usali a tuo vantaggio: puoi scoprire cosa manca e fare le modifiche necessarie per farlo fruttare di più.

 

Ottieni credibilità e autorevolezza

Se stai cercando di generare credibilità e stabilire la tua autorevolezza sul mercato in qualità di esperto, scrivere un white paper può essere la soluzione giusta per te. I clienti sono sempre alla ricerca di informazioni che aggiungano valore alla loro vita e un white paper ben scritto può fare esattamente questo.

Tutto ciò che ti serve per garantire un buon risultato è una corretta pianificazione della struttura e un buon contenuto in modo che susciti l’interesse dei lettori e, si spera, li trasformi in clienti fedeli.

 


Questo post è la traduzione di “How to create a Watertight White Paper in 9 Steps”, puoi trovare il testo originale qui http://www.convinceandconvert.com/content-marketing/how-to-create-a-white-paper/

 

The following two tabs change content below.
Papà di Matilde e Ludovico. Aiuto aziende e professionisti a trovare nuovi clienti senza investire in pubblicità. Lo faccio costruendo una strategia di Content Marketing che sfrutta il blog aziendale come strumento principale.

Nessun commento

Lascia il tuo commento