Per un blog aziendale di successo, usa la SEO

posizionare blog aziendaleSaper costruire e gestire un blog aziendale di successo significa saperlo anche ben posizionare sui motori di ricerca e dunque fare una buona SEO, soprattutto a livello di contenuti. Eppure molte persone non ci hanno ancora pensato, perché magari non lo sanno fare o non ne conoscono l’importanza, ma ecco alcuni suggerimenti per iniziare sin da adesso.

Un blog aziendale può fare meraviglie per la tua SEO

I post che pubblichi sul tuo blog aziendale dovrebbero rispondere alle domande che gli utenti fanno su Google, dunque contenere contenuti utili e di grande valore. Proprio questo tipo di contenuti potranno migliorare il posizionamento sui motori di ricerca e rendere la tua azienda più visibile ai potenziali clienti, sia a breve che a lungo termine.

Aggiungere un blog aziendale al tuo sito web consente di creare continuamente nuove pagine di contenuti, che saranno visibili ai motori di ricerca come Google. Di conseguenza, il blog incoraggerà questi motori a “scansionare” più spesso il tuo sito, e ciò permetterà alle tue pagine di esser indicizzate più velocemente.

Il tuo corporate blog rappresenta il mezzo ideale per esprimere le tue opinioni su determinati argomenti del tuo settore, quindi ti permetterà di esser visto come un’autorità sul campo, rendendo di conseguenza il tuo marchio più visibile per i clienti alla ricerca di quel determinato prodotto o servizio. Un blog aziendale di successo tiene più a lungo gli utenti di un sito (quindi riduce il tasso di rimbalzo) e, infine, aiuta i motori di ricerca a riconoscere l’autorità del tuo sito. Più i post pubblicati saranno interessanti, più la gente li condividerà sui social e Google questo lo riconosce senza dubbio.

SEO sul blog aziendale: cosa fare

Come ho anticipato prima, è importante posizionare il blog aziendale su Google e sugli altri motori di ricerca, ma cosa dovresti fare? Ecco 5 consigli veloci:

1. Ricerca delle parole chiave (keywords)

Utilizza uno strumento di ricerca delle parole chiave per ogni argomento che deciderai di affrontare nel tuo blog. Questo ti aiuterà a capire esattamente cosa cercano gli utenti sul web e di meglio poterli raggiungere. Alcuni tool, tra i più famosi, sono Keyword Tool, SEMrush oppure il Google Keyword Planner.

2. Crea un calendario editoriale per il blog

Avviare un blog è facile ma mantenerlo no, per questo dovresti assolutamente pensare allo sviluppo di un calendario editoriale strutturato ma flessibile, che ti permetta di pianificare dove vuoi arrivare.

3. Includi le keywords nei post

Non dimenticarti di ottimizzare i contenuti del tuo blog e quindi di trovare un equilibrio tra il tuo stile di scrittura e quello che vogliono i motori di ricerca. Includi dunque le parole chiave nel titolo del post e anche all’interno del contenuto stesso.

4. Usa le keyword nei link

Utilizza le parole chiave nel titolo dei link che inserirai nei tuoi post: permette ai lettori di capire subito cosa andranno a leggere e, al contempo, dà ai motori di ricerca un segnale molto importante, che può contribuire a meglio indicizzare la pagina.

5. Parla al cliente

Parla direttamente ai tuoi clienti, attuali e potenziali, usando il blog. Il tuo obiettivo deve essere quello di avvicinarli e accorciare le distanze tra te e loro.

Hybrid Connect Error : Connector could not be found

The following two tabs change content below.

Floriana Giambarresi

Web Marketer per Dario Flaccovio Editore, ho una grande passione per la tecnologia e per la comunicazione online. Sono presente sul Web dal 1995. Adoro viaggiare.

4 Commenti

Francesco BrioWeb Russo

about 3 anni ago

Ciao Floriana, i consigli sono giusti, però in realtà al di là delle parole chiave la SEO oggi è molto più complessa... che ne pensi?

Rispondi

Alessia Martalò

about 3 anni ago

Non sono totalmente d'accordo con l'indicazione di parlare (sempre) ai clienti. E' vero che per lo più il blog è uno strumento per farsi conoscere dai potenziali clienti, ma non credo sia lo strumento principale per fare marketing. Un buon sito vetrina è fondamentale, e il blog a corredo può essere usato per "fare rete" e creare sinergie con i colleghi.

Rispondi

Alessio Beltrami

about 3 anni ago

Ciao Alessia, grazie del tuo contributo. È vero, l'idea di sfruttare il blog come leva per creare una rete di collaborazioni è un altra strada molto intelligente particolarmente adatta alla figura del libero professionista.

Rispondi

vincenzo

about 2 anni ago

Anch'io penso che il blog serva più per intercettare e creare relazioni. Anche perchè un cliente che cerca un determinato servizio, non penso che sia interessato a sapere e a leggere 20-30 articoli, ma voglia andare direttamente al succo. Mentre è probabile che con blog che approfondisca in maniera esaustiva un concetto, è più facile intercettare influencer e addetti del settore che potrebbero essere più interessati a linkarti e a intrecciare una relazione.

Rispondi

Lascia il tuo commento