Sai raccontare barzellette?

Tutti conosciamo delle barzellette ma solo alcuni di noi sanno raccontarle davvero bene.
Come avrai sperimentato, la stessa barzelletta fa più o meno ridere a seconda dell’amico che la racconta.
Ecco cosa succede con la tua storia, con i tuoi prodotti e con le tue idee.
La storia infatti suscita un’interesse differente a seconda di chi la racconta, sul blog a seconda di chi la scrive.

Hai presente come funziona quando nel gruppo c’è un amico con un’eloquenza particolarmente piacevole?
Vogliamo che sia sempre lui a raccontare “la storia”.
Quando diciamo “Falla raccontare a Giovanni, lui la sa bene” non ci riferiamo ai particolari, Giovanni è semplicemente più bravo di noi a raccontare storie, lui lo sa, gli piace e anche per questo non si tira mai indietro.

A chi vuoi far raccontare la tua storia sul blog?

Il blog è uno strumento semplice, ma disciplinato da regole ferree.
La prima è saperci scrivere.
È bene chiarire che la creazione dei contenuti editoriali di un blog non presuppone di essere giornalista, copy, scrittore o esperto di settore. Anzi, a volte potrebbe essere una controindicazione.
Questo perché nello scrivere dobbiamo sempre ricordarci l’importanza fondamentale del mezzo che stiamo utilizzando.
Un blog che si rispetti apre la porta ai lettori, al loro parere e deve essere pronto ad accoglierli. Prevede il fatto che qualcuno dica pubblicamente cosa pensa di voi.

Vuoi un blog con commenti moderati o addirittura bloccati?

Non farlo…
La ricchezza del blog è anche questa, sarebbe contro natura privarsene.
Vuoi davvero raccontare barzellette con le risate registrate? Forse funzionava negli anni ’80, ma è bene rendersi conto che le cose oggi sono molto diverse.
Lo scambio di idee e l’interazione col lettore/cliente, non solo è obbligatorio, ma è un bene senza valore.

Ogni volta che il lettore commenta un post ti “regala” preziose informazioni

A volte non saranno piacevoli, ma sempre preziose.

→ RICAPITOLANDO
Fai sempre raccontare le barzellette a Giovanni e fai in modo che gli altri ridano di gusto senza utilizzare risate registrate. E se a qualcuno la cosa non piace lascia che commenti e ne discuta liberamente con gli altri.

Oppure…
Se la cosa è troppo dura da accettare usa i tuoi soldi per una nuova brochure, non avrai commenti negativi, assicurato!


L'UNICA NEWSLETTER DEDICATA AL BLOG AZIENDALE

→ Ogni settimana 2.700 professionisti ricevono questa newsletter



The following two tabs change content below.
Papà di Matilde e Ludovico. Aiuto aziende e professionisti a trovare nuovi clienti senza investire in pubblicità. Lo faccio costruendo una strategia di Content Marketing che sfrutta il blog aziendale come strumento principale.

Nessun commento

Lascia il tuo commento